plantarimilano.com

Plantari su misura a Milano

01

Plantari Ortopedici a Milano

Se necessiti o ti sono stati prescritti dei plantari su misura a Milano, sei nel posto giusto. Scoprirai molteplici soluzioni per i tuoi piedi e la tua postura, ma non solo: i plantari ortopedici su misura sono la soluzione ideale non solo per alcune patologie del piede, ma anche per lo sport e la vita quotidiana. 

Dopo un’attenta valutazione clinica e posturale e l’analisi di eventuali visite ed esami specialistici precedenti, troveremo insieme la soluzione migliore in base alle tue esigenze ed alle tue aspettative, prendendoci cura dei tuoi piedi e del tuo corpo.

Migliorando la postura e la biomeccanica del passo, otterremo un miglior funzionamento globale che permetterà un dispendio energetico minore.

I plantari ortopedici non sono semplici e banali solette, ma progetti ben definiti che devono essere realizzati esclusivamente su misura per ogni paziente in base alle necessità terapeutiche: si parla infatti di terapia ortesica plantare.

Le tipologie di plantari sono molteplici: a seconda delle esigenze e delle problematiche del paziente, saranno lo specialista/tecnico di riferimento a valutare la tipologia di plantari su misura più idonei.  

La combinazione della conoscenza dell’anatomia e della fisiologia articolare umana (biomeccanica) unite ad un’ottima abilità manuale, fanno si che il prodotto finito sia ogni volta una piccola opera d’arte più che un plantare su misura.

Il mio obiettivo è quello di soddisfare le esigenze del paziente, risolvendo le sue problematiche, spesso causate da vizi posturali o conformazioni e funzionalità alterate del piede: inoltre, il dolore ai piedi e la postura scorretta portano a frequenti disturbi osteo-mio-articolari a livello del ginocchio, delle anche e della colonna. Il mio compito, nonché la mia passione, è quello di risolvere e prevenire questi problemi tramite la realizzazione di plantari ortopedici a Milano.

02

Plantari su Misura e Personalizzati

  • Che cosa sono i Plantari?
  • A che cosa servono i Plantari?
  • Quali azioni svolgono i Plantari?
  • Quando sono indicati i Plantari?
  • Plantari su Misura o Plantari di Serie, quali differenze?

Cerchiamo di fare chiarezza! Queste domande le cui risposte ci appaiono piuttosto semplici, nascondono tuttavia molte insidie: non solo ai pazienti, ma anche agli stessi operatori sanitari che rischiano di non comprendere appieno indicazioni, meccanismi d’azione, vantaggi e limiti dei plantari su misura (tecnicamente definiti “ortesi plantari”).

Che cos’è un’ortesi Plantare?

Il Consiglio Superiore di Sanità definisce come ortesi “un dispositivo esterno utilizzato al fine di modificare le caratteristiche strutturali o funzionali dell’apparato neuro-muscolo-scheletrico”.

Il termine ortesi è composto dalle parole greche orthos (corretto) e tithemi (disporre). Il loro scopo è quello di intervenire per correggere difetti strutturali o funzionali, ripristinando la posizione e la funzione corretta messa a rischio da problemi congeniti, malattie, deficit posturali o traumi. Sono dispositivi medici molto comuni tra le quali troviamo i plantari (FO, foot orthosis).

Per plantari su misura quindi si intende un dispositivo medico terapeutico, progettato e realizzato in seguito ad una valutazione clinica/funzionale ed eventuali esami strumentali, sulla base delle specifiche necessità del paziente, da inserire nelle calzature e che non ha nulla a che vedere con solette di fabbrica. Per questa ragione, è opportuno considerare i plantari ortopedici come una vera e propria terapia mirata, definita terapia ortesica plantare.

Come funzionano i Plantari? Che cosa fanno?

I plantari agiscono modificando il ciclo del passo e la distribuzione dei carichi sulla superficie plantare: in sostanza modificano il nostro modo di camminare e la nostra postura.

Capita di sentire e di leggere che i plantari modifichino la struttura e l’allineamento delle ossa del piede, ma qual è realmente l’azione dei plantari?

Le evidenze scientifiche ci dimostrano che i plantari ortopedici cambiano l’entità e la disposizione delle forze che agiscono sulla superficie plantare del piede; gli effetti prodotti da tali cambiamenti determinano una risposta neuro-motoria da parte del nostro organismo, che si tradurrà con un adattamento posturale e quindi con un cambiamento dei pattern di attivazione muscolare, del movimento, dell’appoggio del piede e della dinamica dell’arto inferiore e del passo.

I cambiamenti della posizione del piede, del movimento e della postura sono quindi gli effetti finali dati dall’integrazione tra i plantari su misura e il nostro sistema neuro-muscolare.

In quali casi sono indicati i Plantari?

La terapia ortesica plantare è indicata per:

  • problematiche della forma e della funzione del piede e non solo, come il piede piatto, il piede cavo, la sindrome pronatoria o supinatoria, il ginocchio varo o valgo;
  • per patologie muscoloscheletriche tra cui metatarsalgia, fascite plantare, sperone calcaneare, borsite, tendinopatia del tibiale posteriore, del tendine d’Achille o dei peronieri, neuroma di Morton, alluce valgo, alluce rigido, tallodinia;
  • per patologie della gamba, del ginocchio e dell’anca come meniscopatie, sindrome da stress tibiale, sindrome femoro-rotulea, sindrome della bandelletta ileo-tibiale.
  • per prevenzione e cura del piede diabetico e reumatico, ma anche per la prevenzione degli infortuni negli sportivi
  • per problematiche posturali e per patologie del sistema venoso e linfatico

Plantari su misura e Plantari di serie.
Quali differenze?

plantari su misura vengono realizzati con una presa d’impronta tridimensionale, su schiuma fenolica o scanner elettronico, il che porta ad una esatta riproduzione della morfologia del piede del paziente. A questo punto lo specialista procederà alla realizzazione sulla base della prescrizione, della valutazione clinica e delle necessità del paziente, creando con l’utilizzo di opportuni materiali i plantari su misura idonei all’obiettivo che la terapia ortesica plantare mira a raggiungere. I plantari di serie invece, non specifici sul singolo paziente, sono semplici solette (non sempre anatomiche…) che vengono utilizzate più che altro per confort e non sono idonee a risolvere le problematiche del paziente. 

03

Plantari Ortopedici: Cosa curano?

I plantari su misura sono strumenti terapeutici che possono contribuire ad alleviare o risolvere molteplici patologie e disfunzioni, migliorando la postura e contribuendo ad un benessere generale.

Quando parliamo di plantari per piedi piatti, plantari per piede cavo etc., non ci riferiamo a plantari ortopedici che risolvano queste caratteristiche di forma del piede, bensì a plantari su misura realizzati con lo scopo di far funzionare meglio il piede piatto o il piede cavo, ad esempio.

Spesso, infatti, le caratteristiche di forma del piede predispongono a patologie e disfunzioni quali la fascite plantare, la metarsalgia o la tendinopatia Achillea.

Per questo, grazie ad una valutazione funzionale del piede e del passo e ad un esame posturale, dopo il rilevamento delle opportune misure, sarà possibile procedere alla realizzazione di plantari per fascite plantare, plantari per sperone calcaneare, plantari per metatarsalgia, plantari per dolore al tallone, plantari per neuroma di Morton, plantari per tendinite del tibiale posteriore, plantari per artrosi del piede, plantari per dolori alla schiena, plantari per dolori all’anca, plantari per eterometrie, senza dimenticarci di plantari su misura utili nella prevenzione di meniscopatie e artrosi del ginocchio come i plantari per ginocchio valgo-varo, plantari per piede valgo-varo, realizzati sempre con lo scopo di migliorare la funzionalità articolare specifica.

04

Plantari su misura: prezzi e tempi di realizzazione

Qual è il costo dei plantari su misura?

Il costo dei plantari su misura è variabile. Infatti, il prezzo dei plantari su misura dipende da diversi fattori: tra i principali ci sono il tipo di lavorazione ed i materiali utilizzati.

Dei buoni plantari ortopedici hanno un prezzo che si aggira tra i 200 ed i 300 euro.

Il costo dei plantari ortopedici viene determinato una volta valutate le necessità e le esigenze del paziente, sulla base delle patologie e del tipo di utilizzo (plantari correttivi, plantari funzionali-biomeccanici, plantari sportivi, plantari per piede diabetico), che comporteranno l’impiego di diversi materiali. I materiali di ultima generazione, che offrono prestazioni decisamente migliori, hanno un costo dalle 10 alle 30 volte superiore rispetto ai materiali più scadenti: da qui il prezzo dei plantari ortopedici su misura piuttosto variabile.

I tempi di lavorazione dei plantari su misura variano a seconda del metodo con cui vengono realizzati e del fine per cui verranno utilizzati. Ogni strato richiede del tempo, quindi più strati/inserti richiederanno più tempo.

In linea generale, i vostri plantari ortopedici su misura saranno pronti circa una settimana dopo la presa d’impronta. Seguiranno la prova e consegna con lo specialista dove verranno verificati alcuni aspetti e forniti alcuni consigli sull’utilizzo.  

05

Chi Sono

Il Dr. Giacomo Mamberto è uno specialista in plantari su misura a Milano, dove effettua valutazioni posturali e realizza plantari. Dopo aver conseguito il titolo cum laude presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Pavia, consegue il diploma di Osteopatia (D.O.) e prosegue i suoi studi con un master in Osteopatia Pediatrica.

Da sempre ammaliato dalla scienza e dalla medicina manuale, gli studi mi hanno portato ad approfondire le mie conoscenze sull’essere umano, dalla sua architettura al suo funzionamento.
La passione per l’anatomia e la fisiologia umana, in particolare quella articolare, ma anche per l’ingegneria e le medicine alternative e complementari, hanno fatto sì che mi specializzassi su alcuni aspetti in particolare tra cui l’analisi del movimento umano, la biomeccanica e la postura, approfondendo l’interdipendenza tra forma e funzione.

06

Plantari per bambini

L’argomento dei plantari per bambini è sempre oggetto di discussione tra i vari specialisti del settore e i genitori che non sanno quale sia la strada migliore da far seguire ai propri figli, ricorrendo o meno all’utilizzo delle ortesi plantari per bambini

Prima di tutto un po’ di chiarezza!

Tutti i bambini nascono con i piedi piatti e fino ai tre/quattro anni non è considerata una patologia. Nei primi anni di vita il piede deve ancora formarsi: l’immaturità dei tessuti e lo scarso sviluppo dei muscoli fanno si che manchi la concavità dell’arco plantare. Con la conquista della stazione eretta e l’inizio della deambulazione, il piede comincerà il suo fisiologico processo di formazione.

Possiamo quindi considerare utili i plantari per piedi piatti bambini?

Innanzitutto, è consigliabile far valutare il bambino dal pediatra ed eventualmente dallo specialista in ortopedia pediatrica, in modo che possano essere loro stessi a consigliare soluzioni adeguate al problema (ricordiamo che ogni caso è diverso dagli altri, come sono diversi gli stessi plantari per bambini). Se il bambino lamenta dolori al piede o al ginocchio e un affaticamento precoce durante camminate o corse, è necessario monitorare l’evolversi della situazione con la crescita, e nel caso in cui lo specialista abbia prescritto un plantare bambini, procedere al rinnovo a mano a mano che il bambino cresce e modifica il suo piede.

Quali sono i sintomi dei piedi piatti nei bambini?

Spesso non ci sono particolari sintomi, se non dolori al piede e talvolta al ginocchio, con un affaticamento precoce che il bambino però a volte non segnala. Dovranno essere gli specialisti di riferimento ed i genitori ad avere una particolare attenzione a riguardo.

Un piccolo trucco per capire se il bambino ha i piedi piatti può essere quello di utilizzare del borotalco e far lasciare un’impronta al bambino. Occorre osservare l’impronta lasciata e il modo in cui la pianta del piede poggia sul pavimento: se la parte mediale del piede (tra l’alluce e il tallone) è leggermente sollevata e non modifica il borotalco sul pavimento, allora siamo in presenza di un piede normale, ma se l’arco plantare non è sollevato, si ha il piede piatto.

Spesso il genitore nota in autonomia queste cose, rilevando anche una deambulazione anomala con l’avampiede esageratamente ruotato verso l’esterno (il retropiede e l’arco plantare invece hanno un vero e proprio crollo verso l’interno).

Plantari per bambini: un rimedio efficace?

Un modo per correggere alcune anomalie nel bambino può essere quello di utilizzare i plantari per piedi piatti bambini che hanno il compito di stimolare una corretta funzionalità del piede e della muscolatura, migliorando l’appoggio al suolo e l’asse biomeccanico di funzionamento dell’arto inferiore, con una modifica globale della postura e della funzione motoria, permettendo al piede un miglioramento nella sua conformazione laddove possibile.

È necessario ricorrere agli specialisti, senza fare da sé: i plantari per bambini devono essere prescritti da uno specialista e realizzati su misura, tenendo conto di alcuni fattori come l’età, il peso e la gravità della patologia.

A seconda dei casi, infatti, lo specialista potrebbe consigliare un intervento chirurgico (calcaneo stop) che consiste nell’inserire una piccola vite riassorbibile o da rimuovere dopo 18-24 mesi.

 

Bambini con piedi piatti: alcuni consigli

Accertato il problema e seguite le indicazioni dello specialista, oltre ad inserire nelle sue scarpette i plantari su misura per bambini, è utile agevolare e stimolare la sensibilità dei piedi e della muscolatura. Il nostro sistema nervoso fa muovere il nostro corpo attraverso le informazioni che gli vengono trasmesse dal contatto dei piedi con il terreno. È quindi necessario aiutarli a sviluppare la capacità di riconoscere il terreno su cui stanno camminando e ad imparare a mantenere l’equilibrio su differenti superfici. A tal scopo è opportuno che il bambino:

  • provi ad afferrare con le dita dei piccoli oggetti come palline, pezzi di stoffa, pennarelli o piccoli giochi;
  • cammini scalzo sulla sabbia o nel prato per stimolare il piede in modo completo e modellare così l’arco plantare;
  • cammini in casa sulle punte e poi sui talloni.

07

Plantari ortopedici sportivi su misura

  • I plantari sportivi

    Vengono realizzati per l’utilizzo durante l’attività sportiva, agonistica e non agonistica. Nascono con l’obiettivo di soddisfare le esigenze degli atleti in base allo sport praticato: i plantari ortopedici sportivi si rivolgono a tutti gli utenti che necessitano di particolare attenzione durante il gesto atletico o che semplicemente desiderino prevenire infortuni o disturbi durante l’attività sportiva.

    Le evidenze scientifiche, infatti, ci dimostrano proprio come la prevenzione degli infortuni sia uno dei successi dei plantari sportivi.

    Tutti gli sport che sollecitano l’apparato locomotore (basket, calcio, corsa, pallavolo, tennis, etc.) incidono in maniera rilevante sulle articolazioni e sull’apparato muscolo-legamentoso che possono risentirne andando incontro a stress importanti. Non solo i piedi, ma anche ginocchia e colonna possono subirne gli effetti.

  • Il mio compito

    E' quello di studiare il gesto atletico al fine di realizzare dei plantari sportivi su misura per mettere in atto una terapia ortesica plantare che possa risolvere il disturbo dello sportivo, prevenirne eventuali infortuni o semplicemente ottimizzarne la sua performance sportiva, senza creare sovraccarichi o squilibri.

    Per realizzare un paio di plantari sportivi è necessaria un’accurata anamnesi del paziente, una conoscenza approfondita delle dinamiche del gesto atletico e un’attenta valutazione posturale del paziente sportivo, il che rende unici i plantari sportivi su misura che verranno realizzati.

  • Se Necessiti di Plantari a Milano

    Metto a tua disposizione l’esperienza e la passione per ogni singolo lavoro.
    I plantari sportivi vengono realizzati con materiali di ultima generazione, con differenti densità e proprietà meccaniche, studiati per ogni singola esigenza al fine di scaricare le zone maggiormente

08

Dubbi? Prenota una visita di valutazione posturale

La valutazione posturale è un passaggio fondamentale che permette di capire l’organizzazione spaziale del paziente in esame, di quali disturbi soffre (o potrà soffrire) e di pianificare le attività terapeutiche per porre rimedio ad una postura poco ergonomica.

La visita posturale è il momento iniziale attraverso il quale vengono raccolte informazioni e si osserva lo stato fisico del paziente: l’osservazione clinica parte dall’analisi della postura del paziente nei vari piani dello spazio (frontale, sagittale) alla ricerca di anomalie strutturali e di condizioni non armoniche dell’intero sistema, oltre alla valutazione dell’appoggio del piede. Nella valutazione posturale statica il test più importante che ci permette di inquadrare e capire la provenienza del problema del paziente è il test della verticale di Barrè, mediante il quale viene valutato l’allineamento tra l’appoggio bipodalico, il sacro e l’occipite. In caso di disallineamento, si possono riscontrare quattro differenti situazioni: problematica discendente, ascendente, mista e disarmonica.

L’analisi posturale permette al paziente di prendere consapevolezza delle proprie alterazioni e dei propri difetti posturali che possono contribuire a mantenere o a peggiorare un sintomo.

La valutazione posturale non ha come obiettivo quello di descrivere la posizione assunta dal corpo del paziente (espressione di un’alterazione del tono muscolare sottoposto alla forza di gravità), ma di identificare ed elaborare, laddove possibile, delle strategie che possano rimediare al disequilibrio sensoriale del paziente attraverso l’utilizzo della terapia più appropriata, sia essa ortesica (plantari o solette propriocettive), manuale (manipolazioni ed esercizi), etc

Hai delle domande o vuoi richiedere un preventivo gratuito?

Compila il modulo sottostante o chiamami al numero fisso 351 9010927 oppure contattami su WhatsApp o chiama al 340 679 3314

09

Plantari ortopedici: domande frequenti

  • Quali scarpe è meglio indossare con i plantari?

    I plantari su misura si utilizzano preferibilmente in calzature predisposte, quindi con soletta estraibile. È infatti necessario estrarre il sottopiede originale della calzatura.

    Non è necessario acquistare nuove scarpe per plantari, ma verificare solamente se quelle già in nostro possesso siano predisposte ad ospitare plantari su misura, previa verifica delle condizioni da parte del tecnico. Inoltre, non è consigliabile acquistare calzature per plantari su misura uno o due numeri maggiori del nostro piede, ma solo idonee sia in lunghezza che in larghezza e preferibilmente con lacci, evitando mocassini o ballerine.

  • Di che materiale sono fatti i plantari ortopedici su misura?

    Esistono molti materiali con cui poter realizzare degli ottimi plantari. Con una buona materia prima (unita ovviamente alle competenze del professionista) si otterrà il risultato migliore. Mai utilizzare materiali scadenti per costruire dei plantari ortopedici su misura.
    I materiali che vengono utilizzati per realizzare i plantari dipendono dal tipo di patologia del paziente, dall’uso che verrà fatto dei plantari su misura (ad esempio uso sportivo), dal peso e dalle necessità del paziente .

    In generale, vengono utilizzati materiali di copertura (solitamente EVA), eventuali rinforzi per dare struttura ai plantari, inserti morbidi o shock absorber (es. NOENE) dove necessario e una base più o meno densa a seconda delle necessità e delle correzioni richieste. I vari colori distinguono differenti materiali, sia a livello di strati sia a livello delle diverse aree dei plantari, ottenendo così plantari su misura ad elasticità differenziata.

    Le ortesi plantari non sono più ingombranti, rigide e fastidiose, ma grazie ai materiali di nuova generazione oggi i plantari su misura rappresentano un aiuto pratico, leggero e confortevole, se necessario anche ultrasottile. Il risultato finale deve essere un plantare funzionale ed efficace, realizzato perfettamente su misura, resistente e confortevole.

  • Solette e plantari: qual è la differenza?

    In generale, quando si parla di plantari ci si riferisce ai plantari su misura dei quali abbiamo parlato in precedenza. Per soletta invece, si intende solitamente qualcosa di prefabbricato in serie, ad esempio quelle che si trovano già nelle calzature oppure quelle in vendita presso la grande distribuzione e che non hanno alcuno scopo correttivo. Diverso è il caso delle solette propriocettive o solette posturali

  • Plantari ortopedici: serve la prescrizione medica?

    È sempre indicata una visita dallo specialista, solitamente ortopedico o fisiatra, per valutare tutte le strategie terapeutiche, tra cui appunto i plantari ortopedici su misura. Un buon lavoro di equipe multidisciplinare consente risultati migliori, consentendo al paziente un più rapido ritorno alla normalità quando possibile.

    In particolar modo in seguito ad interventi chirurgici o traumi, diventa indispensabile un’adeguata indicazione da parte del professionista che ha effettuato l’intervento, ma non solo: anche in caso di problemi circolatori o patologie quali il diabete, una prescrizione medica precisa ed esauriente è utile a realizzare i più idonei plantari su misura

  • I plantari ortopedici sono mutuabili?

    Non sempre.

    È necessaria un’invalidità civile specifica per patologie del piede o dell’apparato locomotore. Inoltre, se in possesso di invalidità, è necessaria una visita specialistica presso una struttura accreditata dal SSN, un successivo preventivo di spesa da parte del professionista/azienda che realizzerà i plantari su misura, l’attesa dell’autorizzazione dell’ASL per procedere alla lavorazione nonché il collaudo finale da parte del medico prescrittore. Solo allora sarà possibile utilizzare i propri plantari ortopedici su misura. È un processo piuttosto lungo e dispendioso che non porta sempre ai risultati sperati.

  • Come pulire/lavare i plantari ortopedici?

    Una buona cura dei plantari su misura che ogni giorno indossiamo nelle nostre calzature è fondamentale sia per una questione igienica sia per preservare al meglio la funzionalità dei plantari stessi, prolungandone la durata. I plantari ortopedici su misura possono essere puliti a mano con un panno umido e con sapone neutro cercando di eliminare al meglio lo sporco in superficie, lasciandoli poi asciugare all’aria e lontano da fonti di calore. Per prolungarne la durata, è sconsigliabile l’utilizzo della lavatrice.

10

Plantari ortopedici su misura a Milano e provincia

Hai delle domande o vuoi richiedere un preventivo gratuito?

Compila il modulo sottostante o chiamami al 351 9010927 oppure contattami su WhatsApp o chiama al 340 679 3314

Plantari su misura: opinioni e testimonianze